“Quota 96, per il pensionamento si consideri almeno l’esubero della classe di concorso” – OrizzonteScuola.it

red – Sarà la proposta interpretativa che l’On Bastico avanzerà al momento della stesura dei decreti applicativi della Spending review. Lo ha dichiarato al nostro microfono.

Come noto l’unico emendamento accolto relativamente alla questione legata ai docenti di “Quota 96″, che hanno dovuto rinunciare alla pensione a causa della legge Fornero che non ha preso in considerazione le peculiarità della scuola relativamente alla maturazione dei requisiti pensionistici che seguono l’hanno scolastiche non nell’anno solare, è quello che permetterà a questi docenti di andare in pensione solo se soprannumerari.

La proposta dell’onorevole Bastico è di interpretare questa soprannumerarietà riferendosi alla classe di concorso e non alla singola persona. Quindi, a far scattare il pensionamento dovrebbe essere l’appartenenza ad una classe di concorso in esubero, al di là della soprannumerarietà del singolo docente pensionando.

Tutti i particolare nella nostra intervista

Be Sociable, Share!

31 Commenti a ““Quota 96, per il pensionamento si consideri almeno l’esubero della classe di concorso” – OrizzonteScuola.it”

MyAvatars 0.2
  1. Anna 28/07/1952 says:

    complimenti Sen Bastico, l’intervista è molto puntuale e chiara nei contenuti.  Condivido ogni singola parola. Grazie. 

  2. FLORA says:

    Che straordinaria presa per…!  Mi scusi Senatrice, ma mi sento proprio presa per… dopo tutti questi mesi passati a credere e sperare, non da Lei certo, che stimo persona onesta e seria , ma dal suo PD, questo sì!

  3. Anna 28/07/1952 says:

    @Giuseppe Grasso
    Ottimi articoli come sempre, anche se sei al mare la concentrazione non ti manca. Hai notizie delle sentenze dei Giudici del Lavoro che dovevano pronunciarsi ieri e oggi? ciao

  4. Giuseppe says:

    @senBastico,
    ricordi di puntualizzare un altro aspetto del contributo al “Salva Italia” da parte dei docenti classe ’52: dal 1 gennaio 2012 la pensione sarà calcolata pro-rata con il metodo contributivo; saranno 6/40 =15%  le differenze sulle pensioni di cui tener conto? Giri la domanda ai tecnici della ragioneria e al sottosegreterio Polillo. Aspettiamo una risposta.

  5. Bruna says:

    Mi scusi senatrice ma Quota 96 è composta anche dal personale ATA. Mi sembra che si parli solo di docenti e non di personale della scuola come sarebbe corretto fare!

  6. liliana says:

    QUOTA 96 per classi di concorso in esubero significa che sono TAGLIATI FUORI I DOCENTI DI SCUOLA MATERNA.PRIMARIA.MEDIE E QUASI TUTTE LE CLASSI DI CONC DELLE SUPERIORI……

    NON comprendo il significato di tale emendamento!

    ALTRA INGIUSTIZIA!!!!

    Grazie a Bastico e Ghizzoni… cmq

    e …pensare che questa mattina ho ricevuto 3 telefonate da colleghe che si congratulavano:”Lily ce l’hai fatta!”

    NON E’ VERO CIO’ CHE PASSA   ALLA STAMPA!!!!

    Si dica il vero fino in fondo!!!

  7. Anna says:

    Sono molto delusa,non capisco chi odia i maestri del 52 così tanto da condannarli ad altri 6 anni(come se fossimo dei delinquenti)di lavori “forzati”;non parliamo ,poi,dei giovani che intanto invecchieranno per aspettare il nostro posto.Grazie a tutti quelli che ci hanno fatto questo bel regalo…

  8. Mauro 52 says:

    I DIRITTI AQUISITI DEVONO ESSERE PER TUTTI QUELLI DI QUOTA 96 !!!!!!!!!!!!!!!!!!

  9. Mauro 52 says:

    NELLA FRETTA DI SCRIVERE E’ SALTATA UNA” C”
    DIRITTI ACQISITI !!!

  10. Mauro 52 says:

    LA TASTIERA E’ ORMAI FUSA QUASI QUANTO ME :
    DIRITTI ACQUISITI!!!!!!!!!!!!

  11. Daniela says:

    se si guarda sul sito di Leo (Provinci adi Forlì) le classi di concorso in esubero ci sono, sono pure abbastanza numerose: non gli esuberi singoli, ma le classi…

  12. maria tezze arzignano says:

    come può essere un esubero un ata con almeno 35 anni di anzianità?….la quota 96 è un diritto per tutti!!!!!!!!!!!
      :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil: :evil:
     
     
     

  13. GRAZIA says:

    SI  continua a parlare di docenti, docenti ,docenti e il personale ATA non lavora nella Scuola? 
    I docenti ,Senatrice Bastico,  sono fligli di un Dio minore, il personale ATA figli di nessuno!!!!!!!!!!
      Un  Direttore Amministrativo che ha lavorato e lavora tanto nella Scuola con tanto impegno

  14. mario says:

    Mandiamo in pensione tutti i politici del PD e riprendiamoci il partito in mano che ci ha traditi!

    Insegnanti del 52 

  15. aldo says:

    @ maria tezze arzignano

    Nel provvedimento passato in senato gli ATA non rientrono, quindi stai tranquilla, si parla solo di docenti.  
     

  16. Francesco Casella says:

    Gent.ma senatrice Bastico,
    Noi siamo due docenti di Quota96, con 39 anni servizio e 60 anni di età. L’Istituto di Ricerca Educativa (ex-IRRE) presso il quale abbiamo lavoratoro per più di 15 anni è stato soppresso dall’utlima finanziaria fatta da Tremonti: noi siamo giuridicamente fuori ruolo e siamo in esubero rispetto alla dotazione organica della nostra precedente scuola di titolarità.
    Perché non prevede una voce nel testo della Spending review che riguardi, oltre all’esubero della classe di concorso, anche i comandati presso gli ex-IRRE, costretti a lasciare il posto e ora in esubero presso le ex-sedi di titolarità? Siamo in pochi in questa situazione: potremmo almeno non perdere quest’ultimo treno?
    Grazie per il suo impegno in tal senso.
    Francesco Casella
    Rocco Trivigno
     

  17. donata says:

    ATA, NELLA SCUOLA CI SONO ANCHE GLI ATA!!!!!!!! gradireri che il governo ci spiegasse come fa a funzionare la scuola senza ATA

  18. luisa 52 says:

    la quota 96 deve essere applicata anche ai dipendenti pubblici, se passasse questa proposta sarebbe una grandissima ingiustizia!!!!!!!!!!

  19. ornella 51 says:

    L’intera crisi è sulle spalle di sole 3500 persone italiane,quelle della scuola quota 96.

     Deve passare sui libri di storia.
     Hanno deciso che noi siamo le vittime da sacrificare.

    Qualche persona intelligente e meno egoista di altre del governo pensa di poter salvare gli agnelli da questo massacro sociale?

  20. ugo carpinelli 3 agosto 52 says:

    gentile senatrice per l onestà che la caratterizza non assuma impegni che non può mantenere ricordi il monito del cardinale tettamanzi i politici mantengano fede  a quanto promettono.ingiustizia è stata fatta non credo al calcio d angolo.cordiali saluti.

  21. Maria Laiena says:

    Non avrei mai pensato di dover desiderare di essere in esubero!
    …  

  22. niko says:

    @ Luisa
    Signora evidentemente lei non ha letto bene il perchè il personale di quota 96 chiede i benefici della riforma pre Fornero e allora se li vada a leggere e poi capirà il perchè.Siolo un assaggio,la scuola ha una unica uscita per andare in pensione e sarebbe il 1 settembre di ogni anno e quindi i requisiti per forza devono essere portati al 31 agosto di ogni anno;al contrario del pubblico impiego in generale che una volta maturati i requisiti potete andare in pensione il mese successivo a quello che sono stati maturati.Spero di essere stato chiaro.Comunqu si vada a leggere le nostre motivazioni.
    @ ugo carpinelli
    La senatrice Bastico e l’on.Ghizzoni non hanno mai fatto promesse e prima di scrivere stupidaggini si vada a leggere tutto quello che si è scritto in precedenza e oltre.Se le cose non sono andate come si sperava non è colpa della Bastico,che si è spesa insieme a Ghizzoni moltissimo,la colpa è sempre e soprattutto del ministero del tesoro che non ha soldi.Spero di essere stato chiaro.Finiamola di lanciare frecciate alle nostre due paladine che ci stanno senza soluzione di continuità vicine e sicuramente qualche cosa bolle in pentola.
     
     

    • ugo carpinelli 3 agosto 52 says:

      per LUISA sono grato per il lavoro svolto mi riferivo di non creare nuove aspettative sul decreto attuativo.grazie.

  23. Angelica 52 says:

    Evviva!!!!!!!
    Leggete il link!!!!
    Cominciamo ad esultare !
    La Giustizia comincia ad affacciarsi per tutti noi del comitato civico quota 96.
    http://www.latecnicadellascuola.it/index.php?id=38502&action=view

  24. Maria Catena Trovato says:

    Credo che in tema di pensioni, specie a scuola, occorra riflettere molto. Mi capita di vedere persone che, sebbene abbiano maturato i requisiti per la quiescenza, molto volentieri resterebbero a scuola a lavorare con impegno e con buoni risultati; altri, invece, costretti a rimanere che non ce la fanno davvero più, specie nelle classi, dove sono richieste moltissime energie e tanta, tanta, motivazione. Allora perché impedire a queste persone, specie se hanno raggiunto la quota 96 di andarsene magari compensando con le richieste di permanenza dove non vi è esubero? 
    Le persone costrette nel ruolo di norma non fanno bene il loro lavoro. 

  25. franco SARDEGNA says:

    X IL PERSONALE DELLA SCUOLA X INDIVIDUARE GLI ESUBERI SI E’ PARLATO SEMPRE DI CLASSE DI CONCORSO.IO INSEGNO ED. TECNICA A033 E SONO STATO UNA VITA LAVORATIVA LOTTANDO X NON PERDERE IL POSTO

  26. Daniela says:

    ma mi pare che ci sarà un’altra udienza per il giudice di Oristano, o mi sbaglio?
    Suggerisco di seguire le sempre attente parole di Antonio Busato sul blog Ghizzoni, ricordando sempre due cose:
    - la sentenza puòessere appellata;
    - ci possono essere sentenze difformi da posto a posto
    … perché la strada potrebbe non essere ancora brevissima, pur nel comprensibile stato di grazia in cui ora ci troviamo.

  27. paola giannetti says:

    quando potremo sperare di veder ripresentare al Senato la proposta di legge sul prepensionamento per i genitori di persone gravemente disabili - finalmente approvato all’unanimità alla
    camera  dopo 17 anni di trattative e ridotto ad un ridicolo emendamento al 1000 proroghe del maggio scorso? il lavoro immane che richiede la cura ed il seguimento di figli gravemente disabili – e non parliamo del dolore costante e lacerante – lo può capire davvero soltanto chi lo vive in prima persona. non esistono orari, nè ferie, né feste, né domeniche. dove sono finite le belle promesse di coloro che lo avevano definito “un giusto anche se tardivo riconoscimento….”? non vogliamo togliere risorse a istruzione e servizi sanitari, ma potremmo utilizzare una minima parte degli stanziamenti riservati agli armamenti per dare un piccolissimo sollievo a chi nella vita ha avuto molta meno fortuna degli altri?????? la stima parla di circa 50 milioni di euro, circa 25 giorni di mantenimento del contingente militare in Afganistan. dobbiamo aggiungere altro???????????? sarebbe molto gradita una risposta. grazie!!

  28. apelle says:

    gentile onorevole,
    appartengo ad una classe di concorso in esubero. posso sperare che la sua proposta venga accolta?
    grazie di cuore per quanto ha fatto e, sicuramente, continua a fare per combattere l’ingiustizia subita da noi poveri cristi del 52.